Come guadagnare con le Affiliazioni Amazon grazie a The SEOkret

The_seokret

The SEOkret è un prodotto di Build Your Brand, studiato e creato per tutti coloro che vogliono iniziare a guadagnare grazie alla SEO e alle affiliazioni Amazon.

E’ un metodo funzionante e testato personalmente che ci ha permesso di fatturare 3.000.000 di euro in 6 anni grazie a questo sistema.

E’ stato lanciato il 9 settembre 2018 da Mirko Delfino e Pietro Gangemi con la collaborazione di Pasquale Gangemi, uno dei SEO più importanti d’Europa.

Pasquale Gangemi, laureato in “Economia Aziendale”, ha sempre rivolto i suoi studi verso il Web ed il Marketing, conseguendo un master in Marketing e Comunicazione 2.0 all’università di Camerino.

Attualmente si occupa in maniera esclusiva di SEO Web e analytics.

Abbiamo parlato di SEO, di Amazon e di Affiliazioni.

Ma cosa hanno in comune queste tre parole?

Amazon ha messo a diposizione dei propri utenti, un programma di affiliazione.

 

affiliazioni_amazon

Questo vuol dire che esiste la possibilità di promuovere la vendita di prodotti disponibili all’interno del suo e-commerce al fine di ottenere una commissione per ogni articolo venduto.

Questa è senz’altro la soluzione migliore per chi vuole guadagnare sfruttando il proprio sito Web.

Vediamo nel dettaglio come funziona.

Iscrivendosi al programma di affiliazioni Amazon, si ha a disposizione uno strumento per generare dei link di vendita per i prodotti che vogliamo promuovere.

Creando un sito web o blog, abbiamo la possibilità di inserire i link per i prodotti della nostra nicchia all’interno di articoli o banner.

È così che un nostro lettore, cliccando sul link e acquistando il prodotto, ci permette di generare commissioni sulla vendita del prodotto.

Come ci può aiutare la SEO in questo processo?

the_SEOkret

La prima regola è sicuramente quella di farsi trovare facilmente dai nostri potenziali clienti all’interno del web.

Ecco che viene in nostro aiuto la SEO: SEARCH ENGINE OPTIMIZATION che, tradotto, corrisponde al significato di “ottimizzazione dei motori di ricerca”.

Quali sono i contenuti di The SEOkret?

Abbiamo già definito il significato del termine SEO.

Ora dobbiamo prendere confidenza con un altro termine: SERP

La SERP, Search Engine Results Page, è la pagina dei risultati del motore di ricerca.

La posizione di un URL nella SERP è la rilevanza che il motore di ricerca assegna al link del sito in relazione all’oggetto della ricerca.

Questa posizione di prestigio si può ottenere in due modi:

Con la pubblicità a pagamento
In maniera organica con le tecniche utilizzate per la SEO

  •  

Clicca qui se vuoi accedere direttamente a The SEOkret

Come facciamo a scalare la SERP e posizionare il nostro sito nei primi posti in maniera organica?

Ci pensa Google, premiandoci o penalizzandoci, in base ai contenuti del nostro sito.

Sostanzialmente, se non soddisfiamo le regole di Google, il nostro sito rimarrà per sempre sommerso nelle posizioni più nascoste agli occhi degli utenti.

Come tutti sappiamo, Google è il motore di ricerca più popolare al mondo.

Si è fatto strada rispetto a tutti gli altri motori di ricerca grazie alla quantità e al mix di strumenti che utilizza come i database, software e algoritmi matematici, al fine ditrovare informazioni sul web legate alla parola chiave richiesta dall’utente.

Il più importante degli strumenti è sicuramente quello che è chiamato Spider.

Nelle lezioni successive, il SEO Pasquale Gangemi, ci mostra esattamente come funziona Google e come funzionano i motori di ricerca in generale, dedicando 3 moduli interi spiegandoci i processi di: 

  • Scansione (crawling).
  • Indicizzazione (Indexing).
  • Posizionamento (ranking).

Fare crawling significa fare una scansione del proprio sito web. Google invia il suo “spider” per scoprire quali sono i siti web che contengono informazioni più rilevanti rispetto ad una parola chiave.

L’index, indicizzazione, è l’operazione più importante che i motori di ricerca compiono per trasmettere i dati nella SERP.

Per ultimo, ma importante come i precedenti argomenti, ci spiega cosa sia il Ranking.

Il Ranking è il punteggio che Google attribuisce ad un sito web e alle pagine che lo compongono.

Maggiore sarà il punteggio, maggiore sarà la possibilità di comparire nei primi risultati di ricerca nel motore.

Arrivati a questo punto, abbiamo una buona idea di quello che fa Google per posizionare un sito.

The SEOkret e gli Algoritmi di Google

the_SEOkret

Innanzitutto va spiegato il concetto di SEO onpage e SEO offpage.

Una volta indicizzato il sito, occorre iniziare il lavoro per il suo posizionamento, quindi la collocazione all’interno della SERP.

I principali fattori che influenzano il posizionamento sono suddivisi in due fattori:

  • Fattori onpage
  • Fattori offpage

I fattori onpage sono relativi soprattutto alla qualità dei contenuti.

I fattori offpage sono relativi all’autorevolezza.

Scopriremo nelle relative lezioni quali sono esattamente le attività principali da fare per ottimizzare il tutto al meglio.

A questo punto è molto importante capire come si è evoluto lalgoritmo di Google in questi anni per comprendere, quindi, quali saranno in futuro i fattori che avranno maggiormente peso per il posizionamento.

In The SEOkret quest’argomento è minuziosamente spiegato in molteplici video lezioni di approfondimento.

Ti elenco, qui di seguito, i cambiamenti più significativi:

  • Dal 2003 al 2007: Google si concentra principalmente sulle modifiche dell’algoritmo per penalizzare tecniche innaturali di ottimizzazioni dei siti web. Questo tentativo, però, non ha un gran successo.
  •  
  • 2004: L’algoritmo “Austin”  si concentra sulla penalizzazione delle tecniche di Black Hat Seo.  (nascondere parole chiave all’interno del sito web utilizzando font di dimensioni minime.)
  •  

  • 2005: Nasce l’algoritmo “NoFollow” che serve per indicare al motore di ricerca quali link non indicizzare.

  •  
  • 2005: Arriva l’algoritmo “Local Maps”, la vera rivoluzione che incise sui risultati di ricerca in funzione alla localizzazione.
  •  

  • 2007la SERP cambia volto.  Si aggiungono, infatti, nei risultati di ricerca le opzioni Notizie”, “Immagini”, “Video”. Successivamente, inserisce nel box di ricerca i “suggerimenti in tempo reale” mentre l’utente digita la parola di ricerca.
  •  

  • 2008: E’ l’anno di Suggest.
  •  

  • 2010: nasce Social Signal. Google inizia a tener conto Social Network  per aumentare la popolarità.
  •  

  • 2011: arriva l’algoritmo “Panda”. Questo algoritmo penalizza siti con contenuti di bassa qualità o con troppi spazi pubblicitari.
  •  

  • 2012: “Penguin” . Una grande novità. Questo algoritmo penalizza ancora di più il Keyword stuffing  (ripetizione delle parole chiave) e i Blacklink.
  •  

  • 2013: nasce “Hummingbird”.  Rivoluzionando la SERP, interpreta le richieste dell’utente proponendo anche i sinonimi delle parole chiave.
  •  

  • 2014: arriva Google Pigeon che indicizza i risultati in base alla località.
  •  

  • 2015Google Mobile Update che ottimizza Google per i dispositivi mobili.
  •  

Finita tutta questa parte teorica, passiamo ai moduli del Corso più pratici.

 

Come scegliere il dominio

 

Il primo argomento pratico proposto è la scelta del nome del dominio, legato sempre a tecniche SEO.

 

Nel Corso The SEOkret ci vengono forniti alcuni Tool per analizzare quale può essere il dominio più performante per determinate parole di ricerca.

 

Questo è un passaggio fondamentale per posizionare bene il nostro sito in futuro all’interno della SERP.

 

Ci sono alcune regole basi per scegliere il giusto dominio e queste sono:

 

  • Utilizzare un nome non troppo lungo e facile da ricordare.
  •  

  • Scegliere parole comuni utilizzate dalla maggior parte delle persone.
  •  

  • Scegliere un nome dominio che non sia confuso con altri.
  •  

  • Non utilizzare caratteri speciali

  • Corrispondenza delle parole chiavi utilizzate nel dominio con gli argomenti trattati nel sito.
  •  

Fondamentale è anche la scelta dell’estensione del dominio.

In Italia siamo, per esempio, più portati a cliccare su domini che abbiano un’estensione .it o .com.

 

Scegliere l’Hosting giusto.

Dopo aver scelto il nome dominio abbiamo bisogno di un Hosting.

Anche in questo caso, abbiamo una serie di video tutorial che ci guidano passo passo in quello che è l’acquisto dell’Hosting  (un servizio di rete che consente di allocare le nostre pagine web di un sito rendendolo accessibile agli utenti).

A questo punto saremo pronti per iniziare a costruire fisicamente il nostro sito web.

Vedremo quindi come attraverso il C-Panel questo processo sarà semplice e realizzabile in pochissimi click.

Perché scegliere WordPress come CMS per il nostro sito?

wordpress_affiliazioni_amazon

Perché scegliere WordPress  come CMS per il nostro sito?

Inoltre ci conferisce tanti altri vantaggi:

  • Installazione super veloce e semplice.
  • Ci mette a disposizione strumenti che ci eviteranno tantissime problematiche in ottica SEO, come codici ed altri aspetti tecnici.
  • Possiamo concentrarci principalmente sui contenuti del sito.
  • Ci fornisce numerosi plugin per ogni tipo di necessità.
  • Amazon mette a disposizione dei propri affiliati degli strumenti che possiamo utilizzare facilmente lavorando con WordPress.

Per la creazione del sito, in modo ancora più semplice e veloce, troviamo in The SEOkret risorse per costruire la nostra struttura web in soli 5 minuti.

Affiliazioni Amazon

Il sito è pronto per accogliere i nostri contenuti, ma quello che dobbiamo fare ora è accedere al programma di Affiliazione Amazon.

Anche in questo caso un video Tutoria ci guida per quel riguarda:

Come affiliarsi in Amazon

  • Come installare le chiavi Api di Amazon nel nostro sito web.
  • L’installazione di Plugin Amazon nel nostro sito
  • Come collegare i referal link nei nostri articoli.

Scopriamo gli strumenti per web master.

Sembrerebbe che il nostro lavoro sia finito ma in realtà non è così, perché quello che dobbiamo fare ora è segnalare il nostro sito al motore di ricerca.

The SEOkret ci insegna, quindi, tutti i passaggi necessari per fare questo.

Come facciamo a segnalarlo a Google?

Lo strumento principale è Google Search Console, una console di ricerca, attraverso la quale abbiamo informazioni molto importanti, per esempio quali sono le parole chiave con cui gli utenti cercano il nostro sito web.

Grazie al video tutorial siamo in grado di aggiungere le proprietà del nostro sito all’interno di Search Console.

Di rilevante importanza è inviare la Sitemap.

Una volta ultimata questa procedura, entrando dal menù principale di Google Search Console e andando in “Traffico di ricerca” è possibile accedere a una delle componenti più interessanti offerte da questo tool: l’analisi delle Query di ricerca.

Quest’analisi è fondamentale per capire se realmente il nostro sito sia ottimizzato lato SEO, dato che ci permette di verificare se nell’elenco delle Query siano presenti le parole chiave che abbiamo impostato negli articoli o nelle pagine del sito.

La tabella proposta in questa sezione, oltre a riportare l’elenco e il numero complessivo delle Query, ci dà l’opportunità di analizzare anche:

  • CLIC: il numero delle volte che gli utenti hanno cliccato nella SERP in relazione alla Query.
  • IMPRESSION: Il numero delle volte in cui le pagine sono comparse in Google
  • CTR: il rapporto tra clic ricevuti ed impression generate dalle Query .
  • POSIZIONE MEDIA: la posizione media nel ranking dei risultati di ricerca di Google relativa alle Query.
  •  

Conosciamo il nostro pubblico

the_seokret_affiliazioni_amazon

Si rende necessario a questo punto cominciare ad analizzare quello che è il nostro pubblico.

Impariamo grazie alle lezioni del Corso The SEOkret, come installare il codice di tracciamento di Google Analitics.

Essere in grado di tracciare ogni singola azione realizzata da un visitatore sul nostro sito non ha prezzo soprattutto quando ciò può indicare la direzione da seguire nelle strategie legate alle attività di web marketing.

La web Analytics ci permette di monitorare, tracciare e analizzare i dati di navigazione di un sito web e di poter interpretare le attività online dell’utente.

Disporre di questi dati e analizzarli, permette di conoscere i visitatori del sito in profondità e soprattutto ci fa capire quali siano i contenuti più interessanti.

Grazie alle video lezione dedicate, riusciamo, facilmente, a inserire all’interno del sito i codici per iniziare a monitorare il tutto.

Scrivere per il web

Grazie ad ulteriori video lezioni, all’interno del Corso, scopriremo anche come scrivere dei testi per il nostro sito che siano ottimizzati per il risultato che vogliamo ottenere.

La tecnica più importante è sicuramente quella di scrivere per le persone.

Lo scopo principale è quello di creare contenuti di qualità, unendo le classiche tecniche di scrittura con il mezzo a nostra disposizione, il web, che presenta caratteristiche specifiche.

Ricordiamoci però che uno degli assiomi cari a Google è “Content is the King”.

Bene, se sei arrivato fino a questo punto dell’articolo, hai sicuramente compreso quanto il nostro Corso di The SEOkret sia completo e unico nel suo genere.

Accedi ora => Stai per scoprire…..IL SEO greto con The SEOkret

Ti invito a lasciare un commento e condividere questo articolo.

USA IL FORM QUI IN BASSO PER COMMENTARE QUESTO ARTICOLO

BYB 2.0 è stato rilasciato!
Costruisci il tuo business di successo online attraverso il nuovissimo corso Build Your Brand Secret Formula 2.0:

Entra nei nostri gruppi facebook

Articoli recenti

Iscriviti alla nostra newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Ricevi metodi, trucchi e segreti del mondo dell’online marketing.

Build Your Brand © Copyright 2017 – 2019 DG Diamond Group s.r.l.s. P.Iva e C.F: 02939470809 

ISCRIVITI
ADESSO